CENTRAL EUROPEAN UNIVERSITY A RISCHIO CHIUSURA, DALLA SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA SOLIDARIETA’ E VICINANZA: EMENDAMENTO DA RITIRARE, PERICOLO PER LIBERTA’ ACCADEMICA

La Scuola Superiore Sant’Anna esprime forte preoccupazione per l’emendamento alla normativa universitaria approvato dal parlamento ungherese, che costringerebbe la Central European University (CEU) di Budapest a chiudere.

Numerosi allievi ed ex allievi del Sant’Anna hanno avuto l’opportunità di conoscere la Central European University, uno dei centri di ricerca più importanti dell’Europa orientale, e alcuni tuttora vi insegnano e studiano. In particolare, Caterina Sganga, ex allieva ordinaria e perfezionanda di giurisprudenza, è ricercatrice presso la CEU dal 2012.

La Scuola Superiore Sant’Anna sottolinea come la collaborazione accademica sviluppata negli anni si sia rivelata molto importante per entrambe le istituzioni, ritenendo quindi che l’autonomia della CEU debba essere preservata e che ogni pretesto formale per far cessare le attività della CEU costituisca un rischio per la libertà accademica e che, in quanto tale, debba essere ritirato.

Foto: sede della Central European University

Leggi anche:

CARDIOLOGIA: DAL 22 AL 24 GIUGNO LA SCUOLA SANT’ANNA OSPITA IL CONFRONTO SULLE PIU’ AVANZATE CONOSCENZE SCIENTIFICHE CON IL CONVEGNO “HEARTODATE2017”

Il rischio cardiovascolare, la malattia coronarica con il pericolo dell’infarto e della morte improvvisa, le aritmie cardiache, prima fra tutte...

Management della Sanità, i risultati 2016 del sistema di valutazione del “Network delle Regioni”: punti di forza e miglioramenti secondo Laboratorio Mes del Sant’Anna con Università di Milano Bicocca e Bologna

Il sistema di valutazione delle performance sanitarie, adottato in maniera volontaria e condiviso da 11 Regioni e due Province autonome nel...