Pisa Chinese Film Festival: dal 12 al 15 febbraio l'ottava edizione con una formula rinnovata all’insegna dello scambio culturale tra Italia e Cina

Dal 12 al 15 febbraio 2018 al via l'edizione numero 8 del festival cinematografico interamente dedicato alla Cina. Organizzato dall’Istituto Confucio della Scuola Superiore Sant'Anna, in collaborazione con la società di produzione Polis S.r.l. e con il patrocinio del Comune di Pisa, il Pisa Chinese Film Festival per questa ottava edizione consolida e al tempo stesso rinnova la sua formula. Anche nel 2018, infatti, le proiezioni si terranno in due storici cinema della città di Pisa: il Cinema Lanteri e ilCinema Arsenale. Otto saranno anche le proiezioni in cartellone, in perfetta sintonia con il valore simbolico che il popolo cinese attribuisce al numero 8 (八): fortuna, prosperità e abbondanza. Quasi tutti i titoli presenti in cartellone sono a ingresso gratuito e in lingua originale, con sottotitoli in italiano o in inglese.

La composizione del cartellone cinematografico della ottava edizione del Pisa Chinese Film Festival è stata pensata con un criterio inedito e innovativo, fondato più sull'osservazione della quotidianità cinese piuttosto che su un'automatica aderenza alle eccellenze proposte dai numerosi festival dedicati alla settima arte nella Repubblica Popolare. Un approccio che ha individuato sul campo quali film incontrano il gusto del pubblico più grande del mondo, le mode, i personaggi, insomma una panoramica dal basso delle 'ombre elettriche' made in China.

Dal 2005 al 2015 – poco più di dieci anni – in Cina le sale cinematografiche sono passate da 4 a 31 mila, raggiungendo l’obiettivo di 1,26 miliardi di spettatori in un anno. Ma la particolarità del 'caso' cinese non riguarda solo i numeri a nove cifre. La Cina, oltre a incarnare un pubblico nuovo per l’industria cinematografica mondiale, è anche la nuova frontiera per quanto riguarda gusti, le sperimentazioni, e il consolidamento di mode culturali che potrebbero avere fra non molto una ricaduta anche in Occidente.

“Grazie alla sua facilità di comprensione e alla sua forma intuitiva – spiega la direttrice cinese dell’Istituto Confucio della Scuola Superiore Sant’Anna, professoressa Wu Xueyan – il cinema è diventato uno dei principali veicoli di scambio culturale. Per questa ragione guardare film cinesi rappresenta, per gli amici italiani, uno dei migliori canali di comprensione della Cina. Per l’edizione numero otto abbiamo inserito in programma anche un film di animazione; dal punto di vista del contenuto, sono stati toccati temi come le relazioni familiari, l’amore, la vita delle persone comuni alle prese con i cambiamenti della società, la crescita e l’ingresso nel cerchio della vita di rari animali cinesi, e tanto altro. Abbiamo quindi cercato di fornire al pubblico una finestra attraverso cui comprendere meglio la Cina. Speriamo che i titoli scelti riescano a rappresentare una società cinese ricca e piena di sfaccettature”.

“Il Pisa Chinese Film Festival –racconta il direttore italiano dell’Istituto Confucio, prof. Alberto Di Minin - è ormai una realtà consolidata nella ricca offerta culturale per la quale lavora l'Istituto Confucio della Scuola Sant'Anna. Un progetto costruito con pazienza negli anni, passo dopo passo, che coinvolge ora istituzioni e luoghi della cultura attivi sul territorio, oltre a proporre una formula matura e allo stesso tempo autentica. L'esito positivo delle nostre relazioni con l'universo cinese passa soprattutto dalla capacità che sapremo mettere in campo nel comprendere i gusti, le aspettative, ma anche i piccoli rituali, di una cultura che ormai appartiene a buon diritto alla nostra quotidianità. L'edizione 2018 rappresenta per questo una sorta di nuovo inizio”.

A partire dai prossimi giorni tutte le novità e gli aggiornamenti sulla pagina Facebook dell'Istituto Confucio di Pisa.  Condividi l’evento Facebook del Pisa Chinese Film Festival.

Segui il festival sul canale Twitter: @ChinaSantAnna.

Photogallery: